serim.run

Valbrevettola skyrace 2019

E’ Serim la società campione tricolore

grazie al primo posto di Simukeka e

al secondo posto di Kiyaka

piazzati ok Pedroni e Arrigoni

Domenica 28 luglio Montescheno Verbania. È stato il ruandese Jean Baptiste Simukeka team Serim by Biofreeze Zenithal Racer e Mizuno ad aggiudicarsi la 4a edizione di Val Brevettola Skyrace.

L’atleta della Serim, società che si è aggiudicata il titolo italiano di skyrunning a squadre CSEN outdoor, ha concluso la gara in 2h 11’ 52’’. Simukeka è riuscito a prevalere sul compagno di squadra Dennis Bosire Kiyaka, che si era aggiudicato il Gran Premio della Montagna. Terzo il detentore del record del percorso - ancora imbattuto -  Paolo Bert. Quarto il figlio d’arte Dennis Brunod e ottimo quinto il Serim Arrigoni Luca. In campo femminile, torna a vincere sui sentieri della val Brevettolala la bergamasca Daniela Rota, seguita da Cecilia Pedroni team Serim e Elena Vanzini.

La gara ha visto come sempre un nutrito pubblico che sin dalle prime ore ha invaso piazza Minacci a Montescheno, mentre molti appassionati si sono anche distribuiti lungo il percorso che in 21 chilometri ha toccato diverse vette alpeggi antronesi, d+ 1.700 metri.

La 4a edizione della Val Brevettola è stata un vero inno alla montagna, con le sue difficoltà e la sua durezza. Una gara ad alto livello tecnico che ha 230 gli atleti sfidare il maltempo. ‘’Una gara unica, che ogni anno mi richiama qui in modo irresistibile: sarà sempre nel mio calendario’’ ha affermato la vincitrice Daniela Rota.

‘’Ho visto un paese che, incredibilmente unito, si muove per questo evento e per questo ricordo. Tornerò sicuramente’’ ha aggiunto Bruno Brunod, icona e leggenda dello skyrunning, salito a Montescheno al seguito del figlio Mathieu.

Giorgio Serim e comunicato stampa organizzazione Valbrevettola