serim.run

Segredont 2019

Il mezzofondista keniano Kiyaka in val Vertova

trionfa per la terza volta sulle orobie

dopo Roncobello e Carvico.

Serim prima società classificata

Vertova Bg domenica 12 maggio, nel pieno dei festeggiamenti della festa della mamma il keniota Dennis Bosire Kiyaka team Serim by Biofreeze Zenithal Racer e Mizuno si consacra skyrunner di razza sopraffina al trail del Segredont nella carina val Vertova. Certo il trail del Segredont ha una denominazione di moda perché a tutti gli effetti tecnici questa gara podistica outdoor è da considerarsi una vera skyrace, anche se in effetti manca la quota delle montagne, ma con i suoi 23 km di tracciato per un dislivello complessivo di 3.400 metri sono effettivamente delle caratteristiche assai severe da superare. Poi il meteo ha fatto la sua parte con delle forti piogge a poche ore dal via dei 355 atleti, questa scelleratezza primaverile ha reso il terreno molto scivoloso e quindi ha aumento di molto la tecnicità del percorso orobico. Kiyaka ha disputato una gara in solitaria, sulla prima salita del monte Cavlera un generoso Bazzana Fabio ha tentato di stare in scia a Kiyaka, il fuori soglia del bergamasco però gli è costato caro perché poi è finito nelle posizioni lontano dal podio. A completare il podio i due esperti corridori bergamaschi partiti con un’andatura tranquilla nella prima metà di gara, ma poi con delle funanboliche prestazioni in discesa i due big delle orobie sono piombati nelle posizioni top del podio. Kiyaka ha vinto con il time di 2h06’44”, ha guadagnato l’argento Luca Carrara team Salomon in 2h08’34” e bronzo per Bonfanti Fabio team runner Bergamo 2h09’36”. Per Serim 8° Belinghieri 9° Rota Luca 36° Luca Boffetti vice presidente Serim, 46° Grossi Paolo, 103° Quarti Marco Mauro. Nel Segredont femminile successo ineccepibile per la bergamasca Giudici Federica team Evolution tempo 2h48’59”, seconda Lara Bonora 2h56’02” ATL. Lumezzane e terza Sala Elena runner Bergamo 2h58’55”.

 

Giorgio Serim